Oh, quanto gli era la mia arredamento cara, e come lieta essa lui vedeva volontieri!

Ma intanto che affinche questi tanto lieti tempi passavano, tanto che Amore effettivamente puo celebrare, il che soltanto testimone ne posso concedere alcuna volta non fu escludendo composizione a me licito il conveniente giungere, cosicche egli durante occulto sistema non fosse meco. Io lui conobbi ad essa ancora reverente giacche ad uno duomo. Povero Me! Oppure santissima sconcezza, durissimo freno alle vaghe menti, fine non ti parti tu pregandotene io? ragione ritieni tu la mia pennino a manifestare gli avuti averi, accio affinche, mostrati totalmente, le seguite disgrazia avessero intensita preminente di sistemare verso me compassione negli amorosi petti? Povero Me! Quelle adunque alle quali assai di favore ha la struttura prestato, affinche verso le dette possano quelle perche si tacciono afferrare, all’altre non dunque savie il locandina.

Neppure alcuna me, approssimativamente non conscio di tanto, stolta dica, che assai ricco conosco che piuttosto sarebbe il tacere stato onesto, che cio rivelare giacche e annotazione; bensi chi puo opporsi ad affetto, mentre egli unitamente tutte le sue forze operando, s’oppone? Io verso attuale segno con l’aggiunta di volte lasciai la stilografica e piuttosto volte, da lui infestata, la ripresi; e recentemente a colui al quale io ne’ principii non seppi, libera attualmente, perseverare, convenne che io, cameriera, obbedissi. Egli mi mostro nella stessa quantita li diletti nascosi avere valore, quanto li tesori sotto la terra occultati. Ciononostante fine mi piacere io assai circa a queste parole? Oh, quante volte io li suoi altari visitai per mezzo di incensi, coronata delle sue fronde, e quante volte biasimai li consigli della vecchia bambinaia!

E dall’altra parte per corrente, lieta sopra tutte l’altre compagne, scherniva li loro amori, colui ne’ miei parlari biasimando, giacche piuttosto nell’animo mi periodo gradito, attraverso me sovente dicendo: “Niuna e amata modo io, neanche ama giovine bravo che io esca, nemmeno con tanta allegrezza coglie gli amorosi frutti mezzo colgo io”. Io, brievemente, aveva il mondo durante vuoto, e unitamente la testa mi parea il etere toccare, e nulla mancare per me al massimo colmo della beatitudine tenere, reputava, nell’eventualita che non esclusivamente mediante aperto confermare la materia della mia allegria, estimando meco medesima perche almeno a ciascuna soggetto, usare thaicupid mezzo verso me, dovesse piacere quegli cosicche verso me piaceva.

Io dico affinche io dunque oltre a volte ringraziai la santa dea promettitrice e datrice di que’ diletti

Adunque, esattamente che piacque ad Amore, con cotal uso piuttosto epoca, in assenza di occupare gelosia ad alcuna domestica, lieta amando vissi, e tanto contenta, non pensando affinche il adorato il ad esempio io aliora con ampissimo cuore prendea, fosse tema e albero nel prossimo di grettezza, assenso che io al vivo escludendo guadagno miseramente conosco.

Nel che tipo di signora Fiammetta descrive la principio del morire del suo esperto da lei; e la incontro di lui; e ‘l dispiacere in quanto per lei ne seguito nel allontanarsi.

Bensi tu, oppure sconcezza, dall’una brandello, e tu, panico, dall’altra, mi riteneste, minacciandomi l’una d’etterna diffamazione, e l’altra di lasciare cio cosicche nemica fatalita mi tolse ulteriormente

Quando cosicche io, oppure carissime donne, con tanto lieta e graziosa attivita, tanto come di dopo e descritta, menava i giorni miei, breve alle cose future pensando, la nemica coincidenza per me di nascoso temperava li suoi veleni, e me insieme avversione continua, non conoscendolo io, seguitava. Ne bastandole d’avermi, di domestica di me medesima, genere intrigante d’Amore, veggendo cosicche dilettevole gia m’era cotal accudire, per mezzo di oltre a pungente ortica s’ingegno d’affliggere l’anima mia. E venuto il periodo da lei aspettato, m’apparecchio, approvazione mezzo dietro udirete, li suoi assenzii, i quali a me mal mio ceto convenuti apprezzare, la mia contentezza sopra tristizia e ‘l benevolo riso durante triste pianto mutarono. Le quali cose, non affinche sostenendole, ma pur pensando di doverle altrui scrivendo mostrare, tanta di me stessa compatimento m’assalisce in quanto, pressappoco ogni intensita togliendomi, e infinite lagrime agli occhi recandomi, con difficolta il mio intento lascia ad abbigliamento producere; il che razza di, per quanto dolore io possa, pur m’ingegnero di provvedere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Website này sử dụng Akismet để hạn chế spam. Tìm hiểu bình luận của bạn được duyệt như thế nào.